Snack facile e gustoso: spirali al rosmarino

Settembre è il mese del rientro al lavoro e della ripresa della scuola. Per evitare di ingrassare con snack grassi e calorici a metà mattina o a merenda, abbiamo pensato di proporvi una ricetta facile e sfiziosa per ottenere uno spuntino più salutare e leggero: gli spirali al rosmarino.

Ingredienti per 4 persone: 300 grammi di farina di farro, 0.8 grammi di lievito di birra fresco, olio extra vergine di oliva, sale, un mazzetto di rametti di rosmarino. Il tempo di preparazione è di 40 minuti circa, cui si aggiunge la lievitazione. Cal/porzione 25 a spirale.

Preparazione: Impastare per due minuti la farina e il lievito di birra sbriciolato  con quattro cucchiai di olio e 1.5 decilitri di acqua tiepida. Unire una presa di sale e lavorare l’impasto per dieci minuti. Formare una palla, trasferirla in una terrina oleata, coprirla con un canovaccio e lasciarla lievitare in un luogo tiepido per circa un’ora e mezza. Lavare e asciugare i rametti di rosmarino. Sgonfiare leggermente l’impasto lievitato senza lavorarlo nuovamente, stenderlo in una sfoglia dello spessore di un centimetro e ricavare delle strisce di un centimetro di larghezza. Avvolgere a spirale intorno ai rametti di rosmarino e disporle su una teglia rivestita con carta da forno. Coprire e lasciar lievitare per altri trenta minuti. Cuocere in forno preriscaldato alla temperatura di 180° per circa 20 minuti o fino a quando non sono ben dorate. Spennellare con poco olio e lasciare intiepidire prima di servire a tavola.

Ricetta per preparare gustosi snack: gli spirali al rosmarinoAbbinamento vino

Ad una ricetta green come questa può essere abbinato un vino Franciacorta bio (Golf 1927), dal sapore avvolgente, delicato ma di grande carattere. L’etichetta è di Barone Pizzini, la prima azienda a produrre Franciacorta da viticoltura biologica certificata. Golf 1927, nello specifico, è un Franciacorta da uve 95 per cento Chardonnay e 5 Pinot Nero, e deve il suo nome all’impianto per il gioco del golf, uno fra i primi in Italia, costruito da Barone Pizzini proprio in quell’anno. Ideale come aperitivo, questo vino è ottimo da servire con formaggi caprini o primi piatti a base di verdure.

 

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.