Polpo: due proposte per servirlo a tavola

Un mollusco con corpo molle a forma di sacco, provvisto di otto tentacoli: il polpo si distingue dalla piovra, che ha dimensioni più grandi. I modi per cucinarlo sono tanti, e noi ve ne proponiamo due.

Polpo al vino rosso con patate

Questa ricetta è assai gustosa e facile da preparare. Gli ingredienti (per 4 persone) sono: 800 grammi di polpo, 1 cipolla, 3 patate, ½ litro di vino rosso, 700 ml di brodo, 40 ml di olio extra vergine di oliva, 1 spicchio di aglio, sale, prezzemolo, cannella, peperoncino. Preparazione: pulire accuratamente il polpo, eliminando gli occhi ed il becco posizionati tra i tentacoli; lavarlo e strofinarlo bene sotto l’acqua corrente. Tagliare la sacca e i tentacoli a pezzi. Lavare la cipolla, sbucciarla e tritarla. Sciacquare le patate, sbucciarle e ridurle a fettine. Scaldare l’olio in un tegame, rosolare insieme aglio e cipolla, avendo cura di non farli annerire. Unire poi il polpo e farlo insaporire per circa 3 minuti. Cospargere con sale, peperoncino sbriciolato e, a piacere, un pizzico di cannella. Mettere il coperchio e cuocere per 50 minuti a fuoco basso. Unirvi le patate e proseguire la cottura per altri 15 minuti. Cospargere con il prezzemolo tritato, prima di servire in tavola.

Come cucinare il polpo?Polpo in insalata con peperoni e pomodori

Con la bella stagione non c’è niente di più piacevole che gustare un piatto come questo magari guardando il mare. L’insalata di polipo è un classico per chi ama mangiare il pesce soprattutto in estate. Quella che vi proponiamo è una variante con pomodori e peperoni. Questi gli ingredienti (per 4 persone): 1 polpo di circa 1 kg pulito, 200 ml di vino bianco, 2 spicchi di aglio, 3 peperoni (rosso, giallo, verde), 150 grammi di pomodorini, 2 limoni, 20 grammi di capperi sott’aceto, 40 ml di olio extravergine di oliva, pepe, sale, peperoncino. La preparazione di questa ricetta è abbastanza semplice, ecco i passaggi. Portare ad ebollizione acqua abbondante con vino e aglio, aggiungere del sale. Immergere i tentacoli, tenendo il polpo per la testa. Ripetere l’operazione per altre due volte (i tentacoli, a contatto con l’acqua bollente, si arricceranno, per un effetto più decorativo, e la carne di conseguenza sarà più tenera). Cuocere per un’ora circa con il coperchio. Sbucciare al vivo un limone e ridurlo in spicchi. Spremere il succo del limone rimasto, pulire la verdura. Scolare il polpo, spellarlo e tagliarlo a pezzetti. Condirli con verdura a fettine, spicchi e succo di limone, olio, capperini, sale, pepe e peperoncino. Un consiglio: prima di cuocere il polpo, per renderlo più tenero, pestarlo con un batticarne, in modo da sfibrare i tessuti, oppure congelarlo.