Pasta al pomodoro con le piastre ad induzione

La pasta al pomodoro è un piatto simbolo della tradizione italiana, che ha fatto la storia in tutto il mondo. Bastano pochi ma buoni ingredienti: spaghetti, pomodoro, basilico e il gioco è fatto! Eccoci ai fornelli, anzi alla zona di cottura del piano ad induzione, per suggerirvi la ricetta di questo classico intramontabile. Oggi infatti vediamo anche come cambia il modo di cucinare con i piani di cottura a induzione, non vi preoccupate il procedimento è molto simile a quello che fareste con un normale fornello.

Come cambia cucinare con il piano ad induzione

Avete visto? Cucinare con il piano ad induzione non è molto diverso rispetto a un fornello tradizionale, tranne che per un dettaglio fondamentale: l’acqua impiega appena 3 minuti per arrivare a bollire. Il risparmio di tempo e di energia è notevole.
Questi piani di cottura infatti, garantiscono prestazioni impensabili rispetto al gas. Inoltre, con i piani a induzione è possibile avere il totale controllo su tutte le variabili di funzionamento dell’elettrodomestico, come la temperatura, la velocità di riscaldamento, la possibilità di interrompere temporaneamente la cottura per riprenderla in un secondo momento con la stessa potenza preimpostata. E il tutto avviene con poche semplici mosse. Niente più cibi bruciati perché cotti a fiamma troppo alta. Con questi piani di cottura ad induzione non ci sono più scuse: la potenza è segnalata in modo inequivocabile con una numerazione ben in evidenza su un display. Molto comodo per le ricette che richiedono temperature precise, come ad esempio la crema. Altro grande vantaggio è la sicurezza: se non c’è una fiamma accesa anche la possibilità di inaspettati e pericolosi incendi è molto più bassa.

Partiamo come al solito dalla lista della spesa!

Ingredienti per 4 persone:
– 320 g di spaghetti;
– 800 g di pomodori pelati;
– 4 foglie di basilico;
– 30 g di olio extra vergine di oliva;
– 1 spicchio d’aglio;
– q.b. sale fino.

Tutto pronto? Mettiamoci all’opera!

Preparazione pasta al pomodoro

Per preparare la pasta al pomodoro iniziate dalla salsa. Posizionate una padella sulla zona di cottura del piano ad induzione, versate l’olio extravergine d’oliva con lo spicchio d’aglio sbucciato e diviso a metà. Dopo 2 minuti di cottura, unite i pomodori pelati e aggiustate di sale, coprite con un coperchio e lasciate che il sugo cuocia per un’ora, dovrà sobbollire molto dolcemente.
Trascorso il tempo di cottura, togliete l’aglio e passate i pomodori con il mixer, in modo da ottenere una salsa liscia e omogenea. Rimettete il sugo nella pentola e aggiungete le foglie di basilico.
Ora posizionate la pentola piena d’acqua su un’altra zona di cottura del piano ad induzione e accendete alla massima potenza. Vedrete che in soli tre minuti l’acqua raggiungerà l’ebollizione, cuocete gli spaghetti e scolateli al dente direttamente nel sugo al pomodoro, mantecando per qualche minuto e mescolando continuamente per amalgamare bene il tutto.
Un piatto semplice, ma simbolo della tradizione secolare del nostro Bel Paese, da gustare in allegria insieme a tutta la famiglia.

 

Vi è piaciuto cucinare la nostra pasta al pomodoro con le piastre ad induzione?
Non ci resta che augurarvi buon appetito